Hosting Linux per WordPress: quali caratteristiche deve avere?

Hosting per Wordpress

Perché scegliere un hosting Linux?

Il Web propone una quantità notevole di hosting, ognuno con le sue caratteristiche che, in qualche modo, lo rendono unico rispetto agli altri. Tuttavia, come tutti i tipi di offerte che offrono lo stesso servizio, esistono pro e contro, benefici e difetti e, come in questo caso, libertà o limiti di gestione.

Questo articolo si pone come scopo quello di entrare nel dettaglio delle prerogative, o peculiarità, che un hosting Linux deve contemplare per massimizzare l’uso del CMS (Content Management System) WordPress.

Come noto, e per quanto chiaramente parlano le statistiche, nove utenti su dieci che desiderano creare un sito e-commerce, piuttosto che un blog, virano sui sistemi operativi Linux scartando, in questo modo, Microsoft Windows.

Il peso della bilancia pende praticamente quasi tutto da una parte e la prima risposta a ciò è riconducibile ai costi: 1essendo le distribuzioni di Linux software liberi, i loro costi sono nulli. Coloro i quali scelgono l’open source, hanno la possibilità di farlo proprio, modificarlo, plasmarlo secondo i propri scopi e criteri.

Inoltre, altro appunto fondamentale, siamo di fronte a un sistema operativo meno soggetto ad attacchi esterni. Sono gli hacker stessi che intendono liberare il web dalle barriere e, se è vero che gli OS rendono operativo un computer in senso lato, si capisce che l’obiettivo dei pirati informatici non sono i sistemi che puntano all’apertura totale, ma tutto il contrario. In altre parole, i sistemi Linux sono più sicuri, sperimentati costantemente, migliorati da tutti coloro che vogliono farlo, permettendo a questi di progredire velocemente e avvicinarsi nel tempo alla perfezione.

A proposito di caratteristiche…

Fatta una breve prolusione sui punti di forza dei sistemi operativi liberi, e basandoci quindi su questi d’ora in avanti, muoveremo su una serie di parametri, che contro ogni dubbio, risultano essere cardini per sfruttare WordPress al massimo di quanto può offrire.

Innanzitutto, scelto l’hosting sul quale collocare la pagina web, è necessario generare un dominio e registrarlo seguende alcune procedure, tutto sommato, abbastanza semplici. Servirà, poi, dotarsi di un FTP (File Transfer Protocol) per mezzo del quale si potrà, in prima istanza, configurare la pagina inserendo tutti i dati del sito, e in ultima, fare lo stesso con il database che darà forma a quest’ultimo, prima che vada definitivamente online.

Ad ogni modo, in chiusura, sarà spiegato esaurientemente come portare a termine i suddetti passaggi.

Interessa, adesso, dare priorità ai tratti per i quali un hosting non può prescindire, se vuole regalare a WordPress risultati eccellenti. Elenchiamo tutti quelli che riteniamo essenziali:

  • è naturale che ogni utente abbia le proprie esigenze, ma risulta di grande importanza la disposizione dello spazio che, in generale, è consigliabile non sia inferiore ai 2GB.
  • la sicurezza non è mai abbastanza: la condizione migliore sfocia nella disponibilità di server a cascata con i relativi dati salvati su storage. Più alto è il numero di server, maggiore è la garanzia di continuità del servizio e, anche se uno di loro dovesse andare down i dati non verrebbero in nessun caso smarriti.
  • un pannello di gestione (Manager) facile ed intuitivo gioca certamente un ruolo chiave: un plus che ci si aspetta quando si lavora con hosting all’avanguardia, è che sia dotato di un’interfaccia mobile.
  • un hosting di altissimo livello equivale sempre a tempistiche di attivazione rapide.
  • prestazioni eccelse sono frutto di server dotati di traffico illimitato con banda passante garantita di 100Mbit/s.
  • è buona norma affidarsi a potenti infrastrutture di rete del datacenter che affianchino componentistiche performanti.
  • puntare su un hosting che abbia pre-installato Apache come web server: considerando che si lavorerà con WordPress, dovrà in questo modo supportare il linguaggio PHP, ossia proprio quello usato per realizzare il CMS.
  • è una buona mossa valutare fin da subito l’implementazione del database MySQL a corredo; in ogni caso conterà la possibilità di essere aggiunto opzionalmente in seguito.

Altri dettagli determinanti saranno:

  • il refund entro un mese dall’acquisto
  • la garanzia assoluta di un backup giornaliero
  • la disposizione di illimitati sottodomini
  • la presenza di un supporto tecnico a cui rivolgersi, preferibilmente anche umano, in modo da poter porre domande specifiche
  • la considerazione di un report sulla quantità di accessi al sito
  • poter godere di un numero infinito di email.

Come installare WordPress con FileZilla?

Dicevamo come la prima azione da fare per iniziare a usare WordPress fosse quella di installare un FTP, Wordpressper poter procedere con la configurazione con dominio e, quindi, con lo sviluppo online della pagina web.

Si sono ribaditi i pregi e le preferenze di un sistema aperto come Linux: consigliamo, pertanto, l’uso di Filezilla proprio perché così avremo di fronte un software open source, completamente gratuito, tra i più famosi disponibili e, certamente, il più utilizzato. Tra l’altro, tenendo conto dei suoi continui aggiornamenti, possiamo contare su un prodotto altamente affidabile. Potrete scaricarlo da qui https://filezilla-project.org/.

Entriamo, infine, nello specifico per mettere in luce quali sono i passaggi da seguire:

1) scaricare WordPress dal seguente link http://www.hosting-linux.it/dl.php?type=d&id=71;

2) a download ultimato, aprire e ‘unzippare’ il file scaricato;

3) a questo punto, aprire il nostro FTP ed effettuare l’upload del contenuto unzippato;

FileZilla inizierà il processo di caricamento che, solitamente, impiega qualche minuto. Pazientare e assicurarsi che tutto il contenuto sia stato assorbito correttamente senza anomalie.

4) per finire, collegarsi all’URL del dominio acquistato e completare la procedura a video.

FileZilla per WordPress

La sicurezza in cassaforte: iniziamo!

Sarete voi a dare forma, contenuti e forza dei messaggi al sito web o blog che intendete lanciare nel vortice senza fine che è la rete. L’auspicio è di essere riusciti, almeno un po’, a dare una visione professionale sui mezzi dei quali servirvi per portare a compimento le idee nel modo migliore possibile, che include sicurezza, esperienza e piena libertà,

Buon lavoro!

#LetTheWorldSeeYou